Approfondimenti

Brief, il segreto del successo per una sana relazione con la tua agenzia

Brief, il segreto del successo per una sana relazione con la tua agenzia

Cos’è il brief? È lo strumento chiave per una collaborazione di successo tra te e la tua agenzia di comunicazione, parola di agenzia web. 😉

In questo blogpost, proviamo a spiegarti perché e soprattutto come creare un brief completo che fornirà all’agenzia tutte le informazioni necessarie per realizzare progetti di comunicazione su misura per le tue esigenze. 

Premessa

Lo sappiamo, fare un brief fatto bene richiede un grande dispendio di energie, specialmente in concentrazione e tempo dedicato, ma si tratta di un investimento necessario se si vogliono ottenere risultati soddisfacenti. Con il brief si chiariscono i dubbi, si prefiggono gli obiettivi e si mettono le premesse del lavoro che poi l’agenzia andrà a eseguire. 

In questo modo si evitano inutili frustrazioni e incomprensioni, che portano spesso il cliente a scaricare erroneamente la colpa sull’agenzia (ma anche viceversa), e creano discontinuità nel rapporto di fiducia che invece è fondamentale tra le due parti!

Perché è importante fare un brief per un’agenzia?

Quando si inizia un progetto con richieste generiche e senza un brief preciso, si rischia di sprecare tempo e denaro per ottenere poi un risultato non soddisfacente. Per l’agenzia il brief è fondamentale perché:

  • fornisce una comprensione completa del progetto e delle esigenze del cliente;
  • permette di sviluppare una strategia e un piano di lavoro su misura;
  • aiuta a prevenire errori e fissare una deadline del progetto;
  • consente di ottimizzare il tempo (e di conseguenza anche il tuo budget);
  • favorisce una comunicazione efficace.

Quando ha senso definire un brief?

A questa domanda vorremmo rispondere “sempre”, ma per essere meno drastici ecco 4 occasioni in cui è importante definire un brief:

  • Quando si richiede per servizio professionale: un brief è fondamentale quando si ingaggia un’agenzia per la prima volta, il team ancora ti conosce e per iniziare nel modo giusto il brief è quello che ci vuole.  

  • All’avvio di un nuovo progetto: anche se lavori con un’agenzia da tanto tempo, il brief è utile per definire gli obiettivi, il budget e le tempistiche di un nuovo progetto su cui avete deciso di lanciarvi.
Leggi anche   Cos’è un sito web? I punti di vista che non ti aspetti

  • Per collaborare con un team esterno: un brief è utile per allineare le aspettative e la comunicazione con un team esterno, come un team di sviluppo software o un team di marketing, che possono lavorare in sinergia con la tua agenzia per progetti specifici.

  • Per ottenere un risultato specifico: un brief ben strutturato aumenta le probabilità di ottenere il risultato desiderato da un progetto e andrebbe compilato anche quando si vogliono raggiungere degli obiettivi specifici, come aumentare le vendite sull’e-commerce per il Black Friday o migliorare la lead generation del tuo sito web.

Cosa includere nel brief

Un buon brief inizia sempre con le informazioni aziendali: presenta la tua azienda, i prodotti o servizi che offri, la mission del brand e il posizionamento sul mercato. Importanti da segnalare sono anche i canali di comunicazione che già usi o che vorresti usare!

Dopo la fase di introduzione, si deve passare agli obiettivi del progetto. Definisci chiaramente cosa vuoi ottenere con la collaborazione con l’agenzia e qual è il tuo target di riferimento. Ogni dettaglio che puoi condividere sul tuo pubblico è prezioso, includi dati demografici, interessi e comportamenti online per riuscire a creare una comunicazione mirata al tuo interlocutore ideale. 

Budget e tempistiche non possono mancare nel brief. Indica il budget a disposizione per il progetto e le tempistiche previste per la sua realizzazione, in questo modo l’agenzia potrà dirti cosa è possibile ottenere e potrete valutare insieme caso per caso. 

Infine, non dimenticare di includere esempi e riferimenti che ti piacciono. Aggiungere link a lavori che ti piacciono o brand di cui ammiri la comunicazione potrebbero ispirare l’agenzia e la aiuta a capire il mood che vuoi ottenere.

Come scrivere un brief efficace

Per scrivere un brief efficace ti consigliamo di usare un linguaggio chiaro e conciso, dimentica tecnicismi o frasi complesse, all’agenzia devi consegnare un testo semplice e di facile comprensione. Il brief deve contenere tutte le informazioni relative al tuo brand o progetto, in modo completo e accurato.

Inoltre, ti consigliamo di instaurare un dialogo aperto e un confronto anche con l’agenzia stessa per cui lo stai scrivendo, se l’agenzia trova risposte alle sue domande all’interno del brief sarà tutto più semplice. 

Brief: un esempio pratico

In questo ultimo paragrafo abbiamo creato per te un esempio pratico di un briefing completo giocando con la fantasia: un’azienda manifatturiera che produce abbigliamento per il lavoro vuole aggiornare le fotografie del suo sito web e creare un video per presentare l’impianto produttivo.

Leggi anche   Influencer marketing per aziende: serve una strategia!

Il briefing per l’agenzia potrebbe essere questo:

Cliente: [NOME]
Progetto: Foto e video per nuovo sito web aziendale
Obiettivi:
Creare un’immagine aziendale aggiornata e di alta qualità, che si distingua dall’immagine dei competitori (Nome Competitor 1 e 2). Sono un grande gruppo che opera nel settore da anni e si rivolgno a grosse aziende, non hanno una divisione B2C per i privati.
Specificità:
Shooting fotografico al team (1-2 giornate) presso la sede di Milano.
Shooting video con drone presso l’impianto produttivo di Brescia.
Shooting fotografico:
Obiettivo: Realizzare ritratti professionali dei componenti del team del cliente.
Location: Sede di Milano.
Durata: 1-2 giornate.
Consegna: File digitali ad alta risoluzione.
Da valutare:sopralluogo.
Shooting video:
Obiettivo: Realizzare un video che includa un’intervista al titolare e una presentazione dell’impianto di Brescia + video intervista a Milano al CEO.
Location: Impianto di Brescia + sede di Milano.
Riprese:
Intervista al titolare.
Presentazione del processo produttivo.
Riprese aeree con drone.
Consegna: File video HD in formato .mp4.
Da valutare: sopralluogo.
Stile e tono:
Professionale e moderno.
Coinvolgente e informativo.
In linea con l’immagine aziendale del cliente.
Budget:
2.000 – 5.000€ (da concdordare).
Timeline:
Shooting fotografico: da concordare, disponibilità dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 17.30.
Shooting video: da concordare, disponibilità dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 16.00.
Consegna del materiale: entro 30 giorni dalla data di completamento delle riprese.
Richieste aggiuntive:
Il cliente fornirà all’agenzia di video making il materiale informativo necessario per la realizzazione del video (logo, brochure, etc.).

Come avrai capito se hai letto fino a qui, un brief ben strutturato è un investimento fondamentale per il successo di qualsiasi progetto di comunicazione. Dedicando tempo e attenzione alla sua stesura, potrai ottenere risultati migliori e massimizzare il tuo ritorno sull’investimento.

Se vuoi portare la comunicazione della tua azienda al livello successivo, ovviamenre con un brief a regola d’arte, puoi contattare gli Eroi del Web!
Orari ufficio

solo su appuntamento dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 18:00