eCommerce

L’intricato mondo di Amazon per il business: come muoversi?

L’intricato mondo di Amazon per il business: come muoversi?

Il 55% dei consumatori digitali cerca i prodotti che vorrebbe acquistare direttamente su Amazon, a tutti gli effetti il portale principale per gli acquisti online. Come sfruttarlo? Quale strategia adottare

Perché è importante vendere su Amazon?

Al momento in cui scriviamo, Amazon conta oltre 300 milioni di clienti attivi in ​​tutto il mondo ed ha toccato per la prima volta il valore di 1.000 miliardi di capitalizzazione.

Nel 2018, secondo i dati ricavati dal Sole24Ore, Amazon ha chiuso il secondo trimestre con un +39% di fatturato. In totale nel secondo semestre 2018 le vendite nette sono salite a 52,89 miliardi di dollari rispetto ai 37,96 miliardi registrati l’anno precedente nello stesso periodo.

Anche dal punto di vista delle ricerche di prodotti Amazon è in crescita: la percentuale di utenti che ricerca prodotti da acquistare online è passata dal 45% al 55% in soli tre anni (dal 2015 al 2018), superando di fatto Google e gli altri motori di ricerca.

Va da sé quindi che se si possiede un eCommerce o si vuol vendere online i propri prodotti, Amazon è indispensabile. Oggi infatti, le aziende che vendono online dedicano il 50% della spesa per attività SEO specifiche su Amazon.
Una ragione in più per rimanere aggiornato e rivolgerti a professionisti.

Cosa comporta vendere su Amazon?

Attivare la vendita su Amazon non è tuttavia così semplice come può sembrare: significa per prima cosa avere un canale di vendita in più oltre al tuo eCommerce.
Grazie ad un account Vendor su Amazon, puoi dare visibilità ai tuoi prodotti, ma devi tener presente che sono necessari sforzi di gestione da aggiungere alla manutenzione del tuo eCommerce.

Nello specifico, devi:

  • Gestire l’inventario prodotti sul portale Amazon nel pannello di amministrazione;
  • Dedicare tempo all’assistenza clienti;
  • Spedire in tempi rapidissimi.

Amazon, consapevole della mole di lavoro che comporta la gestione di un account sulla piattaforma, viene in soccorso ai venditori con servizi creati ad hoc, come la Logistica di Amazon.

Sfruttare la Logistica di Amazon ti permette infatti di delegare ad Amazon buona parte della Customer Care e la gestione dell’inventario prodotti.
I clienti avranno così un unico referente e un unico sistema di customer care con cui interfacciarsi e non dovrai preoccuparti di gestire le scorte di magazzino. Senza la logistica, invece, è necessario implementare una struttura di supporto più articolata che comprenda, oltre ai clienti dell’eCommerce, anche i clienti Amazon.

Fatte queste dovute premesse, vediamo punto per punto come aprire un profilo venditore su Amazon e come gestirlo al meglio.

Come aprire un account Venditore su Amazon

Per poter vendere su Amazon devi prima di tutto creare un account venditore. Quali sono i passaggi da effettuare?

  1. Per prima cosa, accedi ad amazon.it e clicca sulla voce Account e liste presente in alto a destra.
  2. Clicca in seguito sul pulsante arancione Accedi.
  3. Se ti sei già registrato precedentemente su Amazon come semplice acquirente, inserisci qui il tuo username e la tua password.
    Se invece non hai mai effettuato una registrazione sul portale, clicca su Crea il tuo account Amazon.
  4. Una volta che hai creato l’account e hai effettuato l’accesso, clicca nuovamente su Account e liste.

Scorri la schermata e, sotto la voce Altri Account, cliccare su Vendere su Amazon.

A questo punto, dovrai registrarti nuovamente per attivare il tuo account Venditore e inserire nuovi dati come:

  • Documento di Identità;
  • Metodo di pagamento;
  • Indirizzo di fatturazione.

Fatto ciò, ti verrà richiesto di verificare la tua identità tramite l’invio di un PIN Code via SMS. Conclusa la fase di registrazione, puoi finalmente scegliere il nome del tuo Negozio. Cliccando infine sul pulsante Inizia a pubblicare offerte salverai i dati inseriti.
Ultimissimo passaggio per concludere la registrazione è la Verifica finale.
Clicca quindi sul pulsante Attiva la verifica a due fasi scegliendo tra le modalità Numero di telefono o App di autenticazione. Consigliamo il primo metodo, così da ricevere il codice di verifica utile a effettuare l’accesso all’account.

Concluso il tutto, il tuo account Amazon è pronto a vendere!

Ed ora? Cosa ti aspetta?

Prima di iniziare ad inserire i prodotti e sperare che qualcuno gli acquisti, devi conoscere i costi che comporta vendere su Amazon, così da non trovarti ad avere brutte sorprese.

Quanto costa vendere su Amazon?

Attivare un account venditore su Amazon prevede due tipologie di costi:

  • Commissioni di vendita al costo di 0,99 € per ciascuna vendita.
    Amazon inoltre permette l’attivazione di un Account Pro al costo fisso di 39€ al mese a sostituzione delle spese di commissione.
  • Costo delle commissioni per segnalazione: Amazon trattiene una percentuale sulle vendite, percentuale che varia in base alla categoria merceologica della merce.
costi di segnalazione Amazon

Facendo due calcoli, per risparmiare, consigliamo di attivare un Account Pro solo se le tue vendite mensili sono maggiori di 40. In caso contrario puoi continuare a mantenere un Account base e pagare 0,99€ a vendita.

Consapevole delle spese che dovrai affrontare per vendere su Amazon, siamo ora pronti a creare l’inventario prodotti.

Le schede prodotto

Come caricare i prodotti su Amazon?

Le schede prodotto sono fondamentali per presentare all’acquirente le caratteristiche distintive del prodotto prima dell’acquisto.
Le fotografie, gli elenchi puntati e i dettagli sono fondamentali per fornire all’utente tutte le informazioni di cui ha bisogno e ridurre al minimo i rischi di reso dei prodotti.

Per prima cosa, devi sapere che Amazon ti consente sia di mettere in vendita i tuoi prodotti, sia di rivendere prodotti di altri.
Come?
Una volta effettuato il login presso la tua bottega digitale e cliccato sulla voce Inventario puoi scegliere se:

  • Caricare un prodotto già presente nel catalogo di Amazon;
  • Caricare una nuova voce dalla lista di Amazon.

Se possiedi un eCommerce, esistono integrazioni che ti consentono di inviare le informazioni di prodotto registrate nel database del tuo sito web direttamente ad Amazon.

Caricare un prodotto già presente su Amazon

Per caricare nel tuo inventario un prodotto già presente nel catalogo Amazon, devi compilare almeno una delle caselle corrispondenti a: nome prodotto, codice EAN, codice UPC, codice ISBN (nel caso dei libri) o codice ASIN.
Amazon effettuerà così una ricerca e ti proporrà il prodotto da inserire nel tuo catalogo.
Una volta selezionato, ti basterà riempire la voce SKU con un codice univoco da te scelto e compilare le informazioni restanti, quali:

  • Nome prodotto
  • Dettagli
  • Descrizione
  • Fotografie
  • Prezzo

Caricare un prodotto nuovo

Caricare un prodotto non presente sul portale è un’operazione più lunga della precedente, in quanto significa fornire ad Amazon tutte le informazioni relative al prodotto.
Per prima cosa, è necessario associare correttamente la categoria al prodotto, perché oltre a decretare come e dove gli utenti troveranno il tuo prodotto, è fattore SEO molto importante.
Una volta compilate tutte le informazioni, scelte le immagini, nome, descrizione, prezzo ecc… Amazon assocerà al prodotto un codice ASIN univoco (Amazon Standard Identification Number), ovvero un codice alfanumerico di 10 cifre che identifica il prodotto in tutto il gruppo Amazon.

Cosa fare in caso di codice EAN duplicato?

Può capitare che, al momento dell’inserimento di un tuo prodotto, Amazon riconosca il codice EAN che vai a inserire come già presente in catalogo.

Cosa fare in questa situazione?

Le soluzioni possibili sono solo tre:

  1. Puoi modificare il tuo EAN, acquistandone uno nuovo su Gs1it.org;
  2. Puoi unire la tua descrizione prodotto a quella già esistente, con il rischio però di trovare delle incongruenze in categoria e variazioni nelle informazioni sul prodotto o nelle immagini. Questa soluzione è consigliabile solo nel caso tu sia un rivenditore di prodotti di grandi marchi;
  3. Segnalare il problema all’assistenza Amazon. È consigliabile se hai la necessità di associare ai prodotti un codice EAN perché sono prodotti di tua produzione.

Per questa terza soluzione, sono percorribili due strade:

  1. Contattare Amazon tramite l’apertura di un ticket: in questo caso bisogna effettuare l’accesso con il proprio username e password. Dovrai specificare la foto prodotto associata al codice EAN di cui disponi. La verifica di Amazon arriverà in circa 24 ore ed è automatica, quindi può capitare che non venga accolta, con conseguente chiusura del ticket senza nulla di fatto.
  2. Contattare il Call Center di Amazon: è la procedura che consigliamo in quanto è più rapida e la verifica non sarà automatica. Inoltre in questo modo avrai un canale diretto con un assistente che potrà guidarti passo per passo nelle operazioni da compiere.

Vendere su Amazon: La Buy Box

Amazon Buy Box: Cos'è e come ottenerla
In verde sono evidenziati gli elementi della Buy Box

Elemento fondamentale per riuscire a vendere i propri prodotti su Amazon è ottenere la Buy Box nelle schede prodotto. La Buy Box Amazon è il riquadro in alto a destra presente in ogni scheda prodotto ed è ciò che consente di acquistare la merce con un semplice click sul pulsante Aggiungi al carrello.
II 90% di tutti acquisti effettuati su Amazon avviene proprio tramite la Buy Box: riuscire ad ottenerla significa quindi incrementare le possibilità di vendita.

La Buy Box inoltre è esclusiva, ovvero solo un venditore alla volta può vincerla per un determinato prodotto. Ciò significa che se sei venditore di prodotti di tua produzione e che solo tu hai su Amazon, hai più possibilità di ottenerla.

Chi ha diritto alla Buy Box? Come ottenerla?

Amazon utilizza un algoritmo per decidere chi premiare con la Buy Box. Ovviamente l’algoritmo è segreto, ma ci sono criteri che, se soddisfatti, possono aiutarti a ottenerla.

  • Prezzo: Prodotti con prezzi più concorrenziali sono ritenuti più meritevoli. A tal proposito, c’è chi ha ideato una formula:
    BuyBox = Prezzo più basso – 2,7% – € 0,01
  • Spedizione gratuita: se la offri gratuitamente, hai più possibilità di vincere la Buy Box.
  • Feedback positivi: più recensioni recenti positive hai, più possibilità hai di ottenere la Buy Box. Meglio se maggiori del 98%.
  • Performance ottime: velocità nell’evasione ordini, percentuale di ordini annullati o rimborsati, velocità nel rispondere alle domande degli utenti sono tutti fattori importanti.
  • Tempo di permanenza su Amazon: prodotti più vecchi hanno maggiori chance.

Gestione prezzi

La gestione dei prezzi è un argomento fondamentale per una corretta gestione del proprio account venditore di Amazon. Abbiamo già visto poco sopra come il prezzo sia un fattore essenziale per ottenere la Buy Box. Inoltre, gli utenti credono di acquistare su Amazon i prodotti con i prezzi migliori, ma non è sempre così: a causa delle alte percentuali trattenute dal canale stesso (cfr. tabella relativa alle commissioni di segnalazione), solitamente i prezzi sono maggiorati, con rincari in media del 15% rispetto ai siti proprietari dei venditori.
Prezzi concorrenziali risultano quindi essere una discriminante di valore.
Esistono tuttavia utenti che sono consapevoli del fatto che su Amazon è possibile trovare prodotti con prezzi più alti, ma i servizi offerti dal Portale valgono questo sovrapprezzo.

Al di là di cosa pensano gli utenti, comunque ti raccomandiamo di attivare una costante attività di monitoraggio e allineamento dei prezzi rispetto ai principali competitor così da non rischiare di proporre merce con prezzi troppo alti rispetto alla concorrenza e uscire dai giochi già in partenza.

Il monitoraggio dei prezzi è un’attività che puoi automatizzare attraverso servizi specifici da integrare al feed inviato ad Amazon.

Gestione delle recensioni

come ottenere recensioni su AmazonAltro elemento fondamentale delle schede prodotto sono le recensioni, importantissime se si vuol vendere e avere una posizione di rilievo nei risultati di ricerca.

Abbiamo infatti visto come i feedback positivi sopra il 98% siano uno dei criteri fondamentali per ottenere la Buy Box. Va da sé quindi che recensioni positive sono importantissime per aumentare le tue vendite sul portale. Le Review, inoltre, sono anche un fattore SEO molto importante.
Senza recensioni positive, hai il 90% di possibilità in meno di vendere il tuo prodotto.

Come ottenere le recensioni?

Oltre a riceverle in maniera organica e spontanea dagli utenti, puoi inviare email di richiesta. Attenzione però: devi fare molta attenzione a come le richiedi, per non incorrere in penalizzazioni, tra cui anche la chiusura dell’account.
Le politiche di Amazon infatti limitano non solo quello che puoi fare, ma anche quello che puoi dire e scrivere nelle comunicazioni che invii al cliente per chiedere una recensione.

Analizzando le politiche di Amazon e basandoci sulla nostra esperienza, abbiamo ricavato 5 comandamenti da seguire nella richiesta e gestione delle recensioni per i propri prodotti, per non incappare in penalizzazioni che possono compromettere il tuo business:

  1. Solo chi ha effettivamente acquistato un prodotto può recensirlo;
  2. Non richiedere mai espressamente recensioni positive;
  3. Evita frasi del tipo “Se sei soddisfatto clicca qui per lasciare una recensione”.
  4. Non offrire sconti o prodotti gratuiti in cambio di recensioni;
  5. Evita recensioni solo per prodotti scontati.

La Logistica di Amazon

La Logistica Amazon: Costi e gestione

Abbiamo precedentemente visto come, per gestire un account Venditore su Amazon, siano necessari enormi sforzi, specialmente se in parallelo si dovrà gestire anche un proprio eCommerce.
Per alleggerire il carico di lavoro ai venditori, Amazon offre un proprio servizio di Logistica grazie al quale è possibile delegare al Marketplace tutta la gestione dell’inventario prodotti e della Customer Care. È questo il vero Business dell’azienda e sul quale Amazon ottiene i maggiori introiti.
Non pensavi davvero fosse gratuito vero?
Prima di vedere quanto costa accedere a questo servizio, vediamo però nel dettaglio cosa Amazon può fare per te:

  • Stoccaggio, ritiro, imballaggio e spedizione dei tuoi prodotti all’indirizzo dell’acquirente;
  • Assistenza clienti;

Inoltre, tutti i prodotti di venditori affiliati alla logistica di Amazon sono visti come prodotti Prime, ovvero prodotti che i clienti Amazon Prime possono acquistare con enormi vantaggi, quali ad esempio la spedizione gratuita e in tempi estremamente brevi.

E mentre Amazon fa tutto ciò, tu di cosa ti occupi?

Sarà compito tuo la gestione del magazzino e delle scorte dei tuoi prodotti. Dovrai quindi inviare i prodotti da stoccare ai centri logistici di Amazon. Per farlo puoi avvalerti di normali corrieri oppure (consigliato) utilizzare corrieri affiliati ad Amazon.

Quanto costa la Logistica di Amazon?

I Costi della Logistica di Amazon si dividono in due parti:

1. Tariffa di gestione

Si tratta di una tariffa fissa per unità e dipende dal tipo, dalle dimensioni, dal peso del prodotto e dal canale di vendita utilizzato (es: Amazon.it o estero, come Amazon.fr per la Francia, Amazon.uk per l’Inghilterra ecc… ecc…).
La tabella seguente, ad esempio, segue i prezzi indicati da Amazon.it per prodotti spediti in scatole standard di dimensioni ≤ 45 x 34 x 26 cm.

Tariffa di stoccaggio Amazon

2. Tariffa di stoccaggio

La tariffa di stoccaggio si riferisce allo spazio utilizzato dalla merce nei centri di stoccaggio Amazon. Una sorta di affitto. Il costo è mensile e calcolato al metrocubo e varia a seconda del periodo dell’anno.

  • Da gennaio a settembre: 26€
  • Da ottobre a dicembre: 36€

In un anno, il costo totale dello stoccaggio è di 342€ per metrocubo.

3. Costi aggiuntivi

Amazon prevede costi aggiuntivi nel caso tu voglia usufruire di servizi particolari sempre legati alla Logistica. Nello specifico:

  1. Rimozione dell’inventario: 0,25€ a pezzo
  2. Smaltimento: 0,10€ a pezzo
  3. Etichettatura: 0,15€ a etichetta
  4. Imballaggio in sacchetti: 0,45€
  5. Pluriball: 0,60€
  6. Chiusura con nastro adesivo: 0,20€
  7. Imballaggio in sacchetti opachi: 0,90€

Come valorizzare il proprio brand su Amazon

Una volta iscritto ad Amazon come venditore e inseriti i prodotti che si vogliono vendere e deciso se si vuole aprire un canale diretto con Amazon grazie al servizio di Logistica, ciò che resta da fare è valorizzare il proprio Brand.
Come accade sul web, essere presenti non basta: bisogna dare un’ottima immagine di sé per ispirare fiducia e invogliare gli utenti all’acquisto.

Il primo passo da compiere è registrare il tuo marchio su Amazon e in seguito aprire un Amazon Store. Vediamo come.

Registrare il proprio marchio su Amazon

Registrare il proprio marchio su Amazon è indispensabile se si è titolari di un marchio registrato. In questo modo puoi contrastare la vendita di prodotti contraffatti sul portale e tutelare il tuo brand. Ci son tuttavia dei requisiti da rispettare.

Chi può farlo e come?

Puoi registrare il tuo marchio su Amazon sulla pagina apposita, ma solo se:

  • Sei titolare di un marchio registrato in Italia e nell’UE e su Amazon vendi prodotti di quel preciso marchio;
  • Sei un produttore autorizzato;
  • Sei un rivenditore o distributore autorizzato dal titolare del marchio.
  • Puoi registrare un Marchio purché sia composto da Lettere, Parole, Numeri o marchi figurativi semplici e complessi.

Per registrarti avrai inoltre bisogno di documenti e informazioni relative al tuo marchio, ai tuoi prodotti e al tuo sito web, ovvero:

  1. Dati del tuo marchio registrato, come: denominazione, data e numero di registrazione e deposito;
  2. Immagini del marchio e immagini di prodotti e imballaggi che recano il tuo marchio registrato;
  3. Elenco delle categorie di prodotti per le quali il marchio è registrato;
  4. Elenco dei paesi in cui i prodotti con il tuo marchio vengono distribuiti;
  5. Sito web attraverso cui vendi i tuoi prodotti;
  6. Un indirizzo email ufficiale che fa riferimento al tuo marchio o alla tua azienda.
Quali sono i benefici?
  • Amazon ha maggior controllo sulle pagine che utilizzano il tuo marchio;
  • Informazioni precise sul tuo marchio, in modo che i clienti verifichino più facilmente se chi lo sta utilizzando è un rivenditore autorizzato;
  • Ricerche su immagini e testo semplificate, per trovare i contenuti della violazione;
  • Analisi e confronto dei dati forniti per identificare e rimuovere le offerte potenzialmente dannose e proteggere il tuo marchio.
  • Sarai l’unico interlocutore di Amazon relativamente al tuo marchio: avrai a disposizione un pannello di controllo per cercare e
  • segnalare ad Amazon, in modo semplice e veloce, i prodotti contraffatti che recano il tuo marchi;
  • Puoi inoltre rappresentare la tua marca in maniera più accurata grazie ad Amazon Stores;

Cosa sono gli Amazon Stores?

Con Amazon Stores, Amazon permette ai venditori con un marchio registrato di progettare e creare uno store multipagina. In pratica puoi creare un mini-eCommerce all’interno di Amazon stesso, grazie a template e a un builder molto intuitivo.

Amazon Store della Marvel
Amazon Store della Marvel

Questa possibilità può darti molti vantaggi nella valorizzazione del tuo brand e ti consentirà di aumentare notevolmente le vendite, migliorando la tua immagine.
Potrai infatti:

  • Mostrare i prodotti in modo più accattivante;
  • Incrementare le vendite grazie ad una maggiore User Experience;
  • Pubblicare immagini e video.

Avere un proprio Store può inoltre tornarti utile per le campagne di Amazon Ads di Headline Search (spieghiamo in seguito cosa sono).
Prima di poter pubblicare il proprio Store, è tuttavia necessario che Amazon lo approvi. Assicurati quindi che non ci siano errori di battitura nei testi, che le immagini utilizzate siano di qualità e che sia ottimizzato per mobile.

Migliorare la visibilità su Amazon

Ora hai il tuo Amazon Store, hai il tuo marchio registrato, hai caricato nell’inventario tutti i prodotti che vuoi vendere e hai attivato la Logistica Amazon. Tuttavia il tuo store ancora non vende come dovrebbe.
Come mai?
Essere semplicemente su Amazon non basta: per vendere bisogna fare di più e attivare un circolo virtuoso per cui, con più visite avrai potenzialmente più vendite e più recensioni.

Il 55% delle ricerche online di prodotti viene effettuata su Amazon, quindi, possiamo affermare che la maggior parte degli utenti ricerca prodotti direttamente sul portale. La fase decisionale precedente alla fase d’acquisto è tuttavia molto più lunga e prevede in media diversi touch-point con un brand prima di concludere l’acquisto, touch-point che non necessariamente si sviluppano tutti all’interno di Amazon.

Risulta quindi necessario, anche per vendere su Amazon, continuare a lavorare sul tuo brand anche al di fuori di Amazon con attività di promozione del tuo eCommerce, attività SEO e SEM e comunicazione sui Social Network. Una strategia digitale per chi vende su Amazon deve quindi svilupparsi sia all’interno di Amazon stesso, sia all’esterno di esso.

Essere presenti con i tuoi prodotti su Amazon inoltre non significa automaticamente comparire tra i risultati di ricerca degli utenti. Come esiste la SEO per i motori di ricerca come Google e Bing, esiste anche la SEO per Amazon.
Migliorare la tua visibilità sul portale significa quindi lavorare in ottica SEO sulle schede prodotto (Amazon SEO) e prevedere sponsorizzazioni (Amazon ADS).

Amazon SEO: come fare SEO su Amazon?

L’algoritmo di Amazon si basa su 38 fattori per decretare il posizionamento dei prodotti per determinate chiavi di ricerca. Fattori che qui riassumiamo in 7 punti:

  • Keyword: da inserire non solo nel Title e nella Description dei prodotti, ma anche nelle categorie, nei search terms, nelle recensioni e nei commenti.
  • Vendite: tutto ciò che riguarda la reale monetizzazione, dal prezzo al numero di articoli acquistati, ma anche conversion rate e acquisto insieme ad altri prodotti.
  • Recensioni: il numero conta, così come il voto medio, la lunghezza, la presenza di immagini a supporto, l’uso di parole chiave e le domande/risposte.
  • CTR: ovvero il rapporto tra le volte che il prodotto appare nelle ricerche e il n. di click che riceve. È influenzato da un nome prodotto accattivante, da buone e numerose recensioni e da immagini di alta qualità.
  • Performance on-page della pagina prodotto, ovvero il numero di visualizzazioni e gli utenti unici, oltre al tempo medio di permanenza sulla pagina del prodotto.
  • Caratteristiche del venditore: numero di feedback positivi, anzianità, tasso di crescita delle vendite, numero di prodotti in stock).
  • Fattori off-page: quantità e qualità del traffico da referral esterni, come le condivisioni social e l’utilizzo dei link di affiliazione (ovvero link al tuo prodotto di siti web terzi).

Ecco che già analizzando questi sette punti si nota come vendere e ottenere recensioni siano attività fondamentali per ottenere maggiore visibilità. Un Vendor appena iscritto ad Amazon difficilmente quindi può sperare di vendere fin da subito per enormi cifre per il semplice fatto che gli mancano gli elementi fondamentali: si ritrova in un circolo vizioso per il quale poca visibilità non gli permette di ottenere vendite: zero vendite significa zero recensioni e zero possibilità di ottenere la Buy Box. Tale poca visibilità tuttavia è dovuta proprio al fatto che non ha mai venduto né ottenuto recensioni.

Quello che puoi fare quindi come nuovo venditore Amazon è cercare di portare il maggior numero possibile di utenti sulle tue schede prodotto. Come?

    1. Studia le keyword: è il primo step imprescindibile di ogni strategia SEO;
    2. Analizza i competitor: è il secondo step obbligatorio per cogliere elementi di forza e punti deboli della concorrenza e capire dove inserirsi.
    3. Fornisci informazioni: l’avidità non paga. Più informazioni fornisci all’utente, meglio è, dai dati dei prodotti alle specifiche tecniche.
    4. Evita il Keyword stuffing: attenzione a non farcire i testi di troppe parole chiave ma prediligi una descrizione fluida
    5. Scegli le categorie giuste: attenzione a dove listi il tuo prodotto, soprattutto se si tratta di un articolo che potrebbe fare capo a più gruppi merceologici
    6. Immagini di qualità: utilizza immagini ben definite perché saranno determinanti per ottenere un buon CTR.
    7. Incentiva le review: Cerca di ottenere molte recensioni, positive e ben scritte.
    8. Aggiorna i prezzi: Mantieni attiva una costante attività di monitoraggio e allineamento dei prezzi. Già abbiamo parlato di strumenti come Competitoor.
    9. Fai attenzione alle scorte: attenzione a gestire bene eventuali momentanee assenze di articoli, colore, taglie etc.
    10. Aderisci alla Logistica di Amazon: può dare una marcia in più al tuo account ed è quindi sempre una buona idea. Ne parleremo in seguito.
    11. Porta traffico attraverso le ADS: le visite sono uno dei fattori presi in considerazione. Consigliamo quindi di portare più traffico possibile alle schede, anche attraverso link esterni o Amazon ADS.

Amazon ADS: come pubblicizzare i tuoi prodotti?

La strada più semplice che una new entry può percorrere per ottenere fin da subito visite alle schede prodotto e attivare il circolo virtuoso, è lo strumento Amazon ADS.
Per far conoscere il tuo negozio e i tuoi prodotti alla comunità di Amazon è indispensabile quindi passare per campagne pubblicitarie a pagamento.
Grazie alla Amazon Advertising Platform, puoi infatti raggiungere in maniera mirata utenti in base alle loro preferenze.

Amazon Ads
Annuncio Amazon sponsorizzato
Come funzionano le Amazon ADS?

Dopo aver inserito una keyword nella barra di ricerca, gli utenti vedranno sia risultati organici che annunci sponsorizzati relativi alla parola chiave indicata.
Le posizioni della sezione dedicata agli annunci sponsorizzati vengono assegnate su base d’asta: gli inserzionisti fanno offerte per keyword specifiche con l’obiettivo ottenere più visibilità nelle SERP della piattaforma: l’offerta migliore ottiene il posto.
Successivamente, nel momento in cui un cliente clicca sull’annuncio, l’inserzionista paga un tot sulla base dell’offerta fatta (pay-per-click) oppure un tot ogni 1000 impressioni (pay-per-impressions), cioè il n. di volte che l’annuncio viene visualizzato.

Dove appaiono gli annunci?

Gli annunci all’interno della piattaforma di Amazon compaiono in spazi ben precisi:

  • Headline search ads: si attivano sulla base di parole chiave e possono interessare sia schede prodotto che pagine degli Stores virtuali dei venditori. Compaiono nella fascia alta dei risultati di ricerca.
  • Sponsored product: possono essere visualizzati sulle pagine dei risultati di ricerca o nel carosello dei prodotti consigliati.
  • Product Display ads: appaiono all’interno della vetrina del venditore o di un suo concorrente e sono basati sugli interessi mostrati dagli utenti.

Una menzione a parte deve essere fatta per Amazon DSP (Amazon Display). Questo circuito ti permette di sponsorizzare i tuoi prodotti anche all’esterno di Amazon e anche se non vendi direttamente prodotti sulla piattaforma, puoi sfruttare questo strumento per farti pubblicità. Gli annunci di Amazon DSP non vengono venduti su base Pay-per-click ma per un costo ogni 1000 impressioni (ovvero si paga un tot ogni 1000 volte che l’annuncio viene visualizzato).

Amazon stesso inoltre sfrutta il circuito pay-per-click di Google Ads per sponsorizzare lui stesso annunci di prodotti. Questi annunci non indirizzano ad una pagina prodotto specifica, per non avvantaggiare venditori al discapito di altri, ma portano verso risultati di ricerca sul portale di specifiche parole chiave, le stesse che sono state usate per la ricerca su Google.
Come rientrare in queste pagine sponsorizzate?
Grazie ad una buona Amazon SEO (per rientrare come risultati organici) o Amazon Ads (per rientrare come sponsorizzazioni).

Infine, Amazon è inserito all’interno del portale Trovaprezzi, un comparatore di prezzi dove vengono pubblicati singoli prodotti, con link diretti alle schede prodotto del sito web del rivenditore, e posizionati dal più economico al più caro.

Qual è il criterio usato da Amazon per pubblicizzare un prodotto piuttosto che un altro?

Poiché Trovaprezzi è un comparatore di prezzi, è il prezzo più basso ad avere più possibilità di vendita. È quindi probabile che Amazon pubblichi schede prodotto con prezzi bassi e che abbiano ovviamente raggiunto la Buy Box. Il venditore inoltre deve essere particolarmente rinomato.

Conclusione: la miglior strategia per iniziare a vendere su Amazon

Alla luce di quanto detto finora, è evidente che vendere su Amazon richiede tempo e risorse. Se vuoi sfruttare questo canale, non puoi limitarti semplicemente ad attivare il tuo account Venditore e inserire una serie di prodotti.
Senza tutte le attività parallele di supporto, dalla SEO, alle ADS, alla Logistica e gestione/analisi dei prezzi, rischi seriamente di spendere solo tempo e risorse, senza alcun guadagno.

Se decidi di aprire un nuovo canale di vendita su Amazon per sfruttare le potenzialità della piattaforma, devi quindi avere chiaro che:

  1. Devi dedicarci del tempo: Le schede prodotto, i clienti, le recensioni, le scorte ecc… hanno bisogno di cura costante. Affidarti alla Logistica di Amazon può essere un ottimo modo per facilitare il lavoro in merito all’assistenza clienti e gestione magazzino.
  2. Per vendere devi spendere (almeno agli inizi): Amazon ADS è uno strumento estremamente utile, soprattutto per nuovi venditori, per entrare nel circolo virtuoso del portale. Più visibilità significa più vendite, più recensioni e performance positive che ti aiuteranno ad accrescere il tuo posizionamento.

Qual è quindi la miglior strategia da adottare? Come attivarsi una volta creato l’account Venditore?

L’obiettivo è attivare il circolo virtuoso che ti permetterà prima di ottenere la Buy Box e aumentare le vendite.

Il primo step è quindi portare visite ai prodotti:

  1. aumentare la visibilità di un prodotto fa aumentare il numero di utenti che atterrano sulla scheda;
  2. più utenti vedono un prodotto, maggiori saranno le vendite;
  3. più vendite fa, più un prodotto diventa visibile nella SERP…

Come?

    1. Effettua un’Analisi delle parole chiave sulla base della quale ottimizzerai i nomi prodotto e descrizioni.
    2. Analizza la concorrenza per capire punti forti e punti deboli e categorizzazione dei prodotti.
    3. Fai fotografie professionali ad alta definizione del prodotto in ogni angolazione e dettaglio.
    4. Prepara, per ogni prodotto, tutte le informazioni necessarie a completare la scheda, avendo cura di essere il più esaustivo possibile. Aiutati con un foglio excel.
    5. Se sei titolare di un marchio registrato di prodotti di tua produzione, effettua la registrazione del marchio su Amazon.
    6. Se hai un marchio registrato ed hai fatto la registrazione ad Amazon Brand Registry, crea il tuo Amazon Store.
    7. Crea un account su Competitoor e tieni monitorati i prezzi della concorrenza così da adeguare i tuoi.
    8. Attiva la Logistica Amazon.
    9. Attiva la sponsorizzazione di prodotti tramite Amazon ADS.
    10. Sfrutta i Social Network per far conoscere il tuo negozio Amazon.
    11. Richiedi le recensioni e cura quelle che ricevi con risposte dettagliate ed esaustive.

…e soprattutto

Chiedi aiuto ai Web Heroes

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA




Orari ufficio

dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 18:00